Recensione di Adobe Photoshop Elements 2020: intrappolata nella via di mezzo di fotoritocco

Vedi Offerta su amazon.it

Immagine 1 di 6



Il nostro prezzo di valutazione quando rivisto 81 IVA inc

Un pacchetto di fotoritocco per principianti una volta senza pari che ha superato il suo apice

Pro Ancora un potente strumento per Photoshop Le modifiche guidate sono una buona aggiunta Contro Aspetti negativi che chiedono prezzo Manca di colpire nuove funzionalità Nessun supporto per alcuni social network popolari Pubblicità

AVVISOPrendi Adobe Photoshop Elements dell'anno scorso al prezzo ridotto di da € 48,99. L'unica avvertenza è che il software non è al momento disponibile - dovrete aspettare per l'acquisto, ma dato che si tratta di una riduzione del 32% circa, riteniamo che ne valga la pena. Puoi trovare la pagina delle offerte qui.

Vedi Offerta su amazon.it



L'articolo originale continua di seguito.

Così come puoi fare affidamento sulle decorazioni natalizie che arrivano nei supermercati ogni ottobre, così puoi contare anche su una nuova versione di Photoshop Elements.

Vedi Offerta su amazon.it

Vedi correlati Migliore fotocamera del telefono 2019: le migliori fotocamere per smartphone Android e Apple Migliore fotocamera del 2019: trova la fotocamera perfetta con la guida all'acquisto di Recensioni degli esperti

La versione di facile utilizzo dell'editor di foto standard del settore è stata, francamente, in rovina per molti anni. Una serie di nuove funzionalità vengono aggiunte ogni autunno per giustificare una nuova versione, ma in un'epoca in cui le app per tablet e smartphone stanno diventando sempre più sofisticate e gli editor di livello entusiasta stanno diventando più economici, diventa sempre più difficile giustificare l'esistenza stessa di Photoshop Elements.

La versione 2019 fa qualcosa per estrarre Elements dall'orlo?



LEGGI SUCCESSIVO:Il miglior software di fotoritocco che puoi acquistare

Vedi Offerta su amazon.it

Recensione di Adobe Photoshop Elements 2019: cosa devi sapere

Elements è una specie di pecora nera nella stalla di Adobe. Mentre quasi tutte le altre app dell'azienda sono state risucchiate nel modello di abbonamento mensile, Elements rimane uno dei pochissimi software Adobe che è possibile acquistare come una licenza unica e perenne.

E, mentre da tempo lamentiamo la mancanza di nuove straordinarie funzionalità nelle versioni di Elements, è facile dimenticare quanta potenza di editing si nasconde sotto la superficie user-friendly del software. Immergi il software in modalità Esperto e troverai molte delle funzionalità di alimentazione che sono disponibili in Photoshop. Trovare una giustificazione per l'aggiornamento per coloro che possiedono una recente edizione di Elements, tuttavia, è una sfida più dura.

Recensione di Adobe Photoshop Elements 2019: prezzo e concorrenza

Il prezzo di lancio di Elements di da € 81 è alto, ma questo software tende a crollare nel prezzo nelle vendite post-natalizie, quindi se sei interessato ad acquistare potresti voler aspettare un paio di mesi.

Tuttavia, a prezzo pieno Elements inizia a confrontarsi con il piano fotografico di Adobe, che include sia Lightroom che Photoshop in piena regola. Sicuramente, questi strumenti sono eccessivi per i fotografi casuali che scattano foto di vacanze e foto dei bambini, ma se sei anche un debole appassionato di fotografia, il piano fotografico è un'opzione allettante.

Più pertinentemente, Foto di affinità di Serif - che manca ancora di mano ai principianti, ma supera gli strumenti offerti nella modalità Esperto di Elements - è inferiore a da € 50 per un acquisto una tantum.

Recensione di Adobe Photoshop Elements 2019: nuove funzionalità

Cosa c'è di nuovo in Photoshop Elements 2019? La maggior parte delle nuove funzioni si presenta sotto forma di modifiche guidate, in cui Elements ti guida passo-passo attraverso procedure che aggiungono effetti come la sfocatura da movimento, la rimozione di graffi e imperfezioni o la comparsa di un colore in un'immagine in bianco e nero.

È giusto dire che la maggior parte delle nuove aggiunte rientrano nella categoria delle novità, o ciò che Elements descrive con rabbia come 'modifiche divertenti'.

Probabilmente, il più impressionante di questi è il processo di 'testo multi-foto'. Qui selezioni un'immagine di sfondo, aggiungi del testo grande sopra di essa, quindi riempi ciascuna delle lettere con una foto diversa. Come per tutte le modifiche guidate, Elements rende questo processo praticamente infallibile, ma ti porta solo a metà strada. Ad esempio, non ci sono istruzioni su come spostare le foto all'interno della cornice delle lettere, portando a ritagli imbarazzanti come la faccia troncata nella prima O della nostra immagine di prova.

Poi c'è uno strumento di 'schizzo parziale', in cui puoi selezionare una parte di un'immagine per sembrare che sia stata disegnata a matita (colorata o in scala di grigi). Questo è il tipo di modifica che ribalta nella categoria 'modo semplice per rovinare una bella foto', soprattutto perché l'effetto schizzo a matita non è particolarmente convincente. Questa è anche una delle poche volte in cui ho visto un errore di Modifica guidata. Il passaggio finale ha lo scopo di permetterti di capovolgere le parti dell'immagine che sono disegnate e che non lo sono, ma nel mio test ha semplicemente trasformato l'intera foto in uno schizzo. (Sul lato, ahem, rovescio della medaglia, quell'errore ha migliorato notevolmente la qualità dell'immagine complessiva.)

Ulteriori modifiche guidate ti consentono di sovrapporre una cornice e un testo su una foto, mentre un altro ti consente di creare 'meme divertenti' (stiamo facendo domanda per un'ingiunzione per impedire ad Adobe di utilizzare nuovamente la parola 'divertimento'). Questi sono i tipi di meme che erano popolari intorno al 2012, con la foto nel mezzo e il testo in grassetto sopra e sotto l'immagine. La modifica guidata funziona perfettamente, ma ti chiedi dove siano stati gli sviluppatori di Adobe negli ultimi anni. Cosa stanno pianificando per il prossimo anno: supporto MySpace?

A difesa di Adobe, almeno rende semplice la condivisione di questi meme e altre modifiche guidate. La mia immagine da 25 MB è stata ridimensionata automaticamente al di sotto del limite rigido di 2 MB di Twitter senza alcun intervento da parte dell'utente. Ma i social network con cui puoi condividere sono limitati a Flickr e Twitter. Ancora una volta, è tutto un po 'noughties. Non supportare Instagram, almeno, è assolutamente sconcertante.

A parte le modifiche guidate, altre nuove funzionalità sono disperatamente sottili sul terreno. Esiste un sistema rinnovato per creare collage. Seleziona le immagini che desideri utilizzare dall'organizzatore dall'aspetto piuttosto stanco di Elements, fai clic sul pulsante Crea, scegli Photo Collage e hai una selezione di diversi layout tra cui scegliere. Questa volta è facile spostare le foto all'interno delle cornici e qui sono inclusi anche i layout in stile Instagram, anche se non c'è ancora modo di caricarli direttamente su quella rete.

Le nuove funzionalità sono completate da una schermata home rinnovata e da una funzione piuttosto insipida che utilizza 'AI' per creare automaticamente presentazioni di eventi come compleanni e matrimoni. Non c'era molto dell'io usato nelle presentazioni che ha creato per me: le foto sembravano essere state scelte a caso e spesso erano ripetitive.

Infine, ora c'è il supporto per il formato immagine ad alta efficienza se stai eseguendo Elements su un Mac, il che è utile se stai modificando gli scatti acquisiti su un iPhone.

LEGGI SUCCESSIVO: Le migliori fotocamere che puoi acquistare

Recensione di Adobe Photoshop Elements 2019: verdetto

Gli elementi si trovano intrappolati in una strana via di mezzo. Se vuoi creare collage, grafica accattivante o distruggere le tue foto con una dozzina di filtri diversi, ci sono tutti i tipi di app gratuite disponibili per farlo con Snapseed, Over, Enlight di Google, persino Photoshop Express di Adobe.

Se vuoi le funzionalità di fascia alta, come l'editing basato su livelli, la possibilità di eliminare oggetti errati dalle foto o di aggiungere sfumature a cieli noiosi, Affinity Photo è perfettamente capace e molto più economico, sia su desktop che su tablet.

Il che mi lascia chiedendomi quale sia il punto di Photoshop Elements nel 2019. Le modifiche guidate sono molto brave a guidarti attraverso processi difficili e non ha perso nulla del suo potere, ma i suoi concorrenti sono migliorati ed economici, mentre Adobe si aggrappa ancora ai suoi da € 80 biglietto a prezzo. Photoshop Elements sembra un pezzo di software a corto di vapore. Riuscirà a farcela nel prossimo decennio? Non ci scommetterei.

Vedi Offerta su amazon.it
Lingue
Spanish Bulgarian Greek Danish Italian Catalan Korean Latvian Lithuanian Deutsch Dutch Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Turkish French Hindi Croatian Czech Swedish Japanese