Recensione di Corel PaintShop Pro X7 Ultimate

Vedi Offerta su amazon.it Il nostro prezzo di valutazione quando rivisto 65 IVA inclusa

PaintShop Pro X7 ha molti punti di forza, ma potrebbe essere migliore



Annuncio pubblicitario

specificazioni

Supporto OS: Windows XP (SP3) / Vista / 7/8, CPU minima: 1,5 GHz con SSE2, GPU minima: N / A, RAM minima: 1 GB (2 GB consigliati), Spazio su disco: 1 GB (2 GB consigliati)

Amazon

PaintShop Pro è il padrino degli editor di bitmap, con una storia che risale al 1990. Lo rende più vecchio e più saggio della concorrenza o è pronto per la pensione? Molto dipende dal fatto che possa battere il suo vecchio rivale, Adobe Photoshop Elements. Entrambe le applicazioni hanno visto miglioramenti incrementali piuttosto che rivoluzionari negli ultimi anni, ma entrambe continuano a dominare per l'editing creativo di immagini orientato alla casa.

Vedi Offerta su amazon.it

Rimuovi gli oggetti indesiderati con il clic di un pulsante, ma solo se si trova su uno sfondo relativamente anonimo

Un nuovo comando Riempimento magico cancella gli oggetti indesiderati in una foto, clonandoli automaticamente da altre aree. È un'ottima idea, poiché le composizioni sembrano spesso più forti quando vengono rimosse inutili distrazioni. Ha funzionato perfettamente durante la rimozione di oggetti che erano circondati dall'erba. Tuttavia, ha lottato per oggetti che si trovavano davanti a sfondi più strutturati come il modello regolare di assi del pavimento o di fronte a due o più oggetti di sfondo. In definitiva, è efficace quanto la modalità Content Aware integrata nel Pennello correttivo spot di Photoshop Elements dal 2010. Nessuno dei due software rende la funzione facile da trovare. Il pulsante Riempimento magico di PaintShop Pro è nascosto nella barra delle opzioni degli strumenti per i vari strumenti di selezione.

Vedi Offerta su amazon.it

Un'altra novità è la possibilità di utilizzare una foto come riempimento strutturato per il testo o una forma vettoriale. È un'ottima idea ma, di nuovo, l'implementazione potrebbe essere più ordinata. Come con Magic Fill, viene attivato tramite un pulsante nascosto nella barra delle opzioni degli strumenti. In questo caso quando è selezionato lo strumento testo o lo strumento forma simmetrica. Premendo questo pulsante si nasconde il livello di testo o forma selezionato, si crea un nuovo livello con il riempimento testurizzato (disegnato dal livello sottostante) e si crea anche un nuovo documento immagine dello stesso riempimento testurizzato.

Il pulsante Taglia testo combina i colori di una foto con la forma di un livello di testo.



Questa è una tecnica che siamo stati in grado di fare per anni in Photoshop Elements, facendo clic tenendo premuto Ctrl su una miniatura nel pannello Livelli per effettuare una selezione basata su quel livello. Funziona non solo per testo e grafica vettoriale, ma per qualsiasi livello con una forma complessa e indipendentemente dallo strumento selezionato.

La nuova opzione Smart Edge di PaintShop Pro per i pennelli ha più successo, contribuendo a evitare che i tratti di pennello si riversino in altre parti dell'immagine. Anche le prestazioni del pennello sono più veloci rispetto a X6, ma questo non dice molto. I pennelli ad alta intensità di processore come un grande pennello Dodge, utilizzato per schiarire i colori, erano ancora irrimediabilmente lenti sul nostro PC Core i7. La stessa funzione in Photoshop Elements era completamente reattiva. Nella maggior parte degli altri test, PaintShop Pro X7 ha funzionato bene, ma la copia e la regolazione dell'opacità dei livelli e la regolazione della dimensione del testo erano più lente rispetto a Photoshop Elements.

Fortunatamente, ci sono alcuni miglioramenti dell'interfaccia, come una finestra di dialogo Nuova immagine riprogettata con impostazioni predefinite per i tipi di documenti comuni. Le finestre di dialogo di vari effetti ora utilizzano lo spazio a schermo intero anziché presentare piccole anteprime al centro dello schermo. Rimangono tuttavia varie altre anomalie operative. L'anteprima si aggiorna solo dopo che un elemento è stato ridimensionato o ruotato anziché adattato, rendendo difficile una regolazione accurata a occhio. È facile sganciare accidentalmente la barra delle opzioni degli strumenti, semplicemente mancando un pulsante e trascinando la barra stessa.

Come con Paint Shop Pro X6, la nostra più grande preoccupazione è la gestione di file RAW da parte di PaintShop Pro. Ci piace il concetto di interfaccia a tre schede, con una modalità Gestisci per tenere traccia delle foto, una modalità Regola per accenderle e una modalità Modifica per l'editing basato su livelli. La realtà non ha così tanto successo. Le schede Regola e Modifica hanno ciascuna il proprio motore di elaborazione RAW che non ha alcuna relazione reciproca. Quello in modalità Modifica è abbastanza inutile, con un controllo molto semplice e scarsi risultati. Quello in modalità Adjust è molto meglio, ma non è ancora una patch per l'elaborazione sublime RAW di Photoshop Elements. Non è in grado di compensare automaticamente le distorsioni dell'obiettivo, il che rappresenta una grave battuta d'arresto per i possessori di fotocamere Micro Four Thirds e vari altri come la Canon G1 X II, in cui le distorsioni dell'obiettivo possono essere gravi perché si presume che verranno corrette nel software .

La modalità di regolazione sembra che dovrebbe eccellere per l'elaborazione RAW, ma la mancanza di correzione della distorsione dell'obiettivo è una grande battuta d'arresto per alcune fotocamere, come la Canon G1 X II mostrata qui.

La modalità di sviluppo ricorda il flusso di lavoro di modifica non distruttivo utilizzato da Adobe Lightroom, ma la verità è che i file RAW elaborati devono essere salvati come file separato, il che scarta la cronologia delle modifiche e vieta ulteriori modifiche. C'è una nuova funzionalità che afferma di essere in grado di scrivere e leggere metadati per i file RAW in un file sidecar XMP, ma questo è solo per valutazioni, didascalie, parole chiave e così via, e non per le impostazioni di elaborazione delle immagini. Photoshop Elements non sembra supportare neanche l'editing non distruttivo, ma con l'aiuto dei suoi moduli RAW Organizer e Camera, consente un certo grado di editing non distruttivo per i file RAW.

PaintShop Pro rimane un antipasto per i fotografi che girano RAW. Per tutti gli altri, ha molti punti di forza, ma è difficile individuare qualsiasi area particolare in cui supera Photoshop Elementse ci sono alcune aree in cui manca.

Requisiti di sistema
Supporto OSWindows XP (SP3) / Vista / 7/8
CPU minima1,5 GHz con SSE2
GPU minimaN / A
RAM minima1 GB (2 GB consigliati)
Spazio su disco1 GB (2 GB consigliati)
Informazioni sull'acquisto
Prezzo comprensivo di IVA0 ', 1]'> da € 61
Fornitorewww.morecomputers.com
Dettagliwww.paintshoppro.com
Codice prodottoPSPX7ULIEMBEU
Vedi Offerta su amazon.it
Lingue
Spanish Bulgarian Greek Danish Italian Catalan Korean Latvian Lithuanian Deutsch Dutch Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Turkish French Hindi Croatian Czech Swedish Japanese