Recensione di Google Home Max: l'altoparlante intelligente più rumoroso diventa più economico

Vedi Offerta su amazon.it

Immagine 1 di 9



Il nostro prezzo di valutazione quando rivisto 399 IVA inc

Grande e audace, Google Home Max è una bestia da oratore intelligente - e ora è un po 'più economico

Pro Molti bassi Eccellenti funzionalità intelligenti Wi-Fi, Bluetooth e riproduzione da 3,5 mm Contro Costoso Suono meno ben bilanciato rispetto a Apple HomePod Pubblicità

Aggiornamento offerta: risparmia da € 100 sul prezzo consigliato

Quando abbiamo recensito per la prima volta Google Home Max, il prezzo era di da € 399. Abbiamo elogiato le sue eccellenti funzionalità intelligenti e le potenti capacità dei bassi, ma abbiamo trovato un prezzo un po 'troppo. Per fortuna, però, John Lewis sta facendo un affare in questo momento che lo porta a da € 299 - risparmiando un centinaio di sterline ordinate. John Lewis & Partners era da € 399 ora da € 299 Acquista ora

Annunciato per la prima volta al lancio del Pixel 2 di Google a novembre 2017, Google Home Max ha impiegato quasi un anno per raggiungere i negozi nel Italia. Avevo un disperato bisogno di provarlo, ma Google non ne aveva avuto nulla, fino ad ora.

Vedi Offerta su amazon.it



Fratello maggiore di Google Home e Google Home Mini, Google Home Max ha ormai raggiunto le coste del Italia, ma quanto è buono l'altoparlante intelligente premium di Google?

LEGGI SUCCESSIVO: La nostra guida ai migliori altoparlanti Bluetooth disponibili

Vedi Offerta su amazon.it

Recensione di Google Home Max: cosa devi sapere

Google Home Max è più grande, più rumoroso e molto più costoso di Google Home e Home Mini. È l'oratore progettato da Google per le persone che desiderano un oratore intelligente ma non vogliono scendere a compromessi sulla qualità del suono.

In effetti, Google vuole che questo sia il diffusore intelligente che le persone usano come principale diffusore hi-fi domestico. Non è progettato come altoparlante portatile - non c'è batteria all'interno e non è impermeabile - ma è flessibile in termini di modalità di connessione, con controllo vocale, supporto Wi-Fi, Bluetooth e connettività analogica da 3,5 mm.



Immagine 7 di 9

Recensione di Google Home Max: prezzo e concorrenza

Google Home Max è un diffusore intelligente premium e, in quanto tale, è molto più costoso dei diffusori Home e Home Mini più piccoli e di base. In realtà, è da € 399 - quasi il triplo del prezzo di Google Home e otto volte più costoso del Home Mini. È anche quasi il doppio del prezzo di Il rinnovato Echo Show di Amazon, una enormeda € 260 più costosi del nuovo Google Home Hub e da € 80 più costosi anche del Apple HomePod.

C'è anche un'intera selezione di altoparlanti intelligenti di terze parti che sono più economici di Home Max. Il Megablast UE, ad esempio, costa da € 179, suona alla grande, funziona con Amazon Alexa, offre resistenza all'acqua e ha una batteria per uso portatile. In alternativa, se ti interessa la qualità del suono piuttosto che intelligente, il KEF LSX vale la pena prendere in considerazione, anche se costano ben da € 1.000.

Acquista subito Google Home Max da John Lewis

Vedi Offerta su amazon.it

Recensione di Google Home Max: design

Inizia bene. Costruire e progettare la qualità è altrettanto buona come ci si aspetterebbe da questo tipo di denaro. È straordinariamente solidale e pesa 5,3 kg. Fai un rap con le tue nocche e suona in modo soddisfacente stretto e privo di risonanza, proprio come dovrebbe fare un altoparlante di alta qualità.

Vedi correlati Il miglior altoparlante Bluetooth: altoparlanti Bluetooth portatili, interni, impermeabili ed economici Recensione di Google Home nel Italia: il rivale Amazon Echo ha tutte le risposte Google Home vs Amazon Echo vs Apple HomePod: quale smart speaker è il migliore?

In termini di aspetto, Max è piacevolmente familiare - come Google ha sparato a una Home Mini con una pistola crescente e ha schiacciato i lati - anche se non tutti adoreranno il suo aspetto carino. Un panno grigio copre i guidatori, qui rivolti in avanti invece che verso l'alto, mentre il resto del corpo è realizzato in plastica resistente, bianca e morbida al tatto.

Quattro punti LED circolari si nascondono sotto la griglia di stoffa sulla parte anteriore dell'altoparlante, indicando vari stati, illuminandosi quando l'altoparlante ti sta ascoltando e mostrando i livelli del volume quando effettui le regolazioni. Un'area sensibile al tocco sulla parte superiore dell'altoparlante consente di fare proprio questo, facendo scorrere il dito verso destra e verso sinistra per aumentare o ridurre il volume e toccarlo per mettere in pausa e riprodurre.

Immagine 7 di 9

Sul retro, nel frattempo, c'è un interruttore per silenziare il microfono e un piccolo ritaglio che ospita le varie connessioni dell'altoparlante: una porta di rete a otto cifre, un ingresso audio da 3,5 mm e una presa USB di tipo C. Quest'ultimo non viene utilizzato per l'audio, in modo deludente, ma per il collegamento di un adattatore Ethernet (non incluso) nel caso in cui si riscontrino problemi con la connettività Wi-Fi.

Fin qui tutto bene; quello che non mi piace tanto è il gommino magnetico che si stacca nella scatola. Questo è progettato per essere posizionato sotto l'altoparlante per isolare le superfici su cui è seduto dalle vibrazioni, ma è solo un po 'un violino se si sposta l'altoparlante.

Tuttavia, Home Max è almeno ragionevolmente flessibile quando si tratta di connettività. Oltre al Wi-Fi, è anche possibile riprodurre musica sull'altoparlante tramite analogico da 3,5 mm e Bluetooth. Per raggiungere quest'ultimo obiettivo, devi prima impostare l'altoparlante in modalità di associazione tramite l'app Google Home, che è un po 'falsa e non c'è supporto per il codec Bluetooth più avanzato, aptX.

Immagine 8 di 9

Recensione di Google Home Max: funzioni intelligenti e sensibilità vocale

Non c'è molto da dire sulle funzioni dell'assistente digitale di Google Home Max, a parte il fatto che funziona praticamente come su Google Home e Home Mini. Tramite Google Assistant, puoi usare la tua voce per chiedere a Home Max di riprodurre musica e radio; impostare timer, promemoria e voci del calendario; e porre domande sul tempo e varie altre curiosità.

Non c'è nulla di nuovo qui, ma Google Assistant è eccellente. In genere è meglio di Alexa di Amazon o Siri di Apple nel riconoscere le cose che chiedi ed è molto più probabile che ti dia una risposta convincente a una domanda a caso. Assistant on the Home Max supporta fino a cinque voci diverse, in modo che possa riconoscere chi gli sta chiedendo di riprodurre musica e personalizzare i suoi consigli di conseguenza. Vale la pena ricordare che Alexa di Amazon rimane comunque ampiamente supportata dai produttori di hardware.

L'assistente è piuttosto buono, tuttavia, quando si tratta del numero di servizi di musica e radio che supporta. È alla pari con Alexa qui e batte l'Apple HomePod in modo tondo. Con l'altoparlante intelligente di Apple sei praticamente limitato ad Apple Music se vuoi cercare musica o podcast con la voce e c'è poco supporto per la radio.

Immagine 3 di 9

Home Max supporta la ricerca vocale, il controllo e la riproduzione tramite Google Play Music, Spotify (Premium e gratuito), Deezer e YouTube Premium. La riproduzione radio arriva tramite TuneIn e iHeartRadio, mentre i podcast vengono riprodotti tramite la libreria di Google. Tuttavia, non c'è sincronizzazione tra i progressi sull'altoparlante e sul telefono, il che è leggermente fastidioso.

Ciò che Home Max non è così accattivante è il rilevamento vocale in campo lontano. L'altoparlante utilizza una serie di sei microfoni per raccogliere le istruzioni vocali ed è ragionevolmente bravo a farlo attraverso la stanza con un rumore di fondo moderato. Ho scoperto, tuttavia, che avevo bisogno di alzare la voce con esso più spesso che con Apple HomePod o uno qualsiasi degli altoparlanti Echo che ho testato. Con la musica alzata oltre il 60%, devi praticamente gridare 'OK Google' per ottenere una risposta.

Questa non è l'unica cosa per cui Max usa i suoi microfoni. Come Apple HomePod, Google Home Max li utilizza per rilevare l'ambiente circostante e adattare automaticamente l'uscita audio. Chiamato Smart Sound, l'idea è quella di evitare i bassi fragorosi causati dal posizionamento degli altoparlanti vicino alle pareti e negli angoli, o il suono magro e leggero dei bassi che puoi ottenere da un altoparlante in un ampio spazio aperto.

Immagine 5 di 9

Con HomePod, puoi sentire chiaramente che funziona mentre sposti l'altoparlante da una posizione all'altra, ma con Google Home Max non sono riuscito a sentire alcun tipo di cambiamento evidente. Quando ho spostato l'altoparlante in profondità in un angolo, il basso suonava più forte rispetto all'altoparlante aperto, anche se non eccessivamente. Gli adattamenti di Google, supponendo che stiano accadendo affatto, sono chiaramente più sottili di quelli di Apple.

Recensione di Google Home Max: qualità del suono

Quindi, come suona Google Home Max? In una parola: forte. Si tratta di un diffusore robusto, in grado di riempire spazi domestici medio-grandi e aumentare il volume abbastanza da eliminare i livelli di volume delle feste senza distorcere.

Dietro la griglia nella parte anteriore c'è un paio di woofer da 4,5 pollici ad alta escursione accompagnati da un paio di tweeter. Questa combinazione offre bassi controllati e profondi e una gamma medio-bassa meravigliosamente ricca. Mi piace il suono prodotto da questo diffusore. È incisivo, non è eccessivamente basso, e c'è un sacco di controllo nella fascia bassa. È un ottimo oratore per ascoltare Kraftwerk, che nel mio libro è un'ottima cosa.

Immagine 9 di 9

Dove Home Max non è all'altezza, almeno alle mie orecchie, è nelle frequenze più alte. I brani live, in cui mi aspetterei di sentire una sorta di atmosfera che avvolge la musica, mancano della presenza che mi aspetterei di sentire da un oratore così costoso.

Che tu abbia l'altoparlante appoggiato su un lato o rivolto verso l'alto, soffre anche di una fastidiosa mancanza di larghezza nel palcoscenico. Chiudi gli occhi e tutto il suono sembra provenire da uno stretto canale direttamente di fronte a te. In confronto, l'Apple HomePod ha un palcoscenico molto più ampio e profondo e, sebbene tutt'altro che perfetto, è più coinvolgente e divertente da ascoltare a livelli di volume più silenziosi.

Le cose migliorano se aggiungi un secondo Home Max e le configuri in modalità di accoppiamento stereo - che è notevolmente facile da fare all'interno dell'app Google Home - ma questo aumenta il prezzo a da € 800 piuttosto ripido. Per quel tipo di denaro, avrei pensato di acquistare un paio di altoparlanti attivi decenti e magari accoppiare un Google Home Mini per funzioni intelligenti.

Recensione di Google Home Max: verdetto

Nonostante questi punti deboli, Google Home Max è il miglior tuttofare degli altoparlanti intelligenti prodotti dai tre grandi: Google, Amazon e Apple. È il più flessibile in termini di connettività; il suo assistente digitale funziona in modo estremamente efficace; e c'è un buon equilibrio tra i servizi musicali e i dispositivi che supporta e la sua qualità del suono.

È un ottimo prodotto, senza dubbio, ma il problema qui è il prezzo. A da € 400, è di gran lunga il più costoso dei tre grandi altoparlanti intelligenti e, per me, non giustifica del tutto quel premio.

Alternative da considerare

1 Amazon Echo Show 2 La nostra valutazione

Non è grande o robusto come Google Home Max, ma l'Echo Show 2018 di Amazon è molto meglio del suo predecessore quando si tratta di qualità del suono. Inoltre, il suo display da 10,1 pollici aggiunge una dimensione in più rispetto a Home Max solo vocale di Google.

L'Echo Show ha anche un'eccellente sensibilità del microfono in campo lontano e, come con tutti gli altoparlanti intelligenti basati su Alexa, una migliore compatibilità dei dispositivi domestici di terze parti rispetto agli altoparlanti di Google Assistant.

Prezzo quando rivisto 229 Fai clic qui per leggere l'intera recensione di Amazon Echo Show 2
2 Amazon Echo Sub La nostra valutazione

Amazon Echo Sub è una stranezza nel mondo degli altoparlanti intelligenti. Di per sé, è inutile; è solo quando lo abbini a uno o più altoparlanti Echo che prende vita, aggiungendo ulteriore corpo, peso e bassi profondi a quello che è sempre stato un altoparlante più leggero.

Più sorprendentemente, forse, se acquisti un sub con due altoparlanti Echo Plus 2, che ti consente di eseguire un sistema audio stereo con altoparlanti intelligenti completo, attualmente puoi acquistare l'intero pacchetto per soli da € 299.

Prezzo quando rivisto 119 Fai clic qui per leggere la recensione completa di Amazon Echo Sub
3 KEF LSX La nostra valutazione

Se la qualità del suono è la tua passione, vale anche la pena considerare l'incredibilmente buono KEF LSX, che non è intelligente ma suona assolutamente meraviglioso. Sono più piccoli e più compatti di Google Home Max, hanno un suono molto più sofisticato per la musica e sembrano anche piuttosto eleganti. Li abbiamo testati nel verde, ma puoi acquistarli anche in blu, nero, rosso e bianco e tutti tranne la versione bianca sono dotati di un involucro in tessuto strutturato che li distingue davvero dalla concorrenza.

Sono wireless, supportano sia la connettività Wi-Fi che Bluetooth (incluso aptX) e puoi anche collegarlo tramite cavo da 3,5 mm e S / PDIF ottico per dispositivi legacy. L'unica avvertenza? Sono piuttosto costosi a da € 1.000. Ma questo è la metà del prezzo del fratello maggiore dell'LSX da da € 2.000, il KEF LS50 Wireless.

Prezzo quando rivisto 999 Fai clic qui per leggere la recensione completa di KEF LSX Vedi Offerta su amazon.it
Lingue
Spanish Bulgarian Greek Danish Italian Catalan Korean Latvian Lithuanian Deutsch Dutch Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Turkish French Hindi Croatian Czech Swedish Japanese