Paper Mario: Color Splash review: l'ultimo hurray di Wii U.

Vedi Offerta su amazon.it Il nostro prezzo di valutazione quando rivisto 40 IVA inclusa

Un po 'confuso in alcuni punti, ma la sua splendida grafica e il cast accattivante rendono Color Splash uno dei migliori della Wii U



Pro Un mondo fantastico che è splendidamente realizzato Impegnando il sistema di battaglia con ottimi controlli touchscreen Contro Le battaglie mancano di scopo A volte confondono dove andare avanti Pubblicità

specificazioni

Formati disponibili:Wii U

Come ultimo grande gioco Wii U per il 2016, Paper Mario potrebbe sembrare una scelta piuttosto fragile con cui vedere l'anno. È no Zelda: Breath of the Wild, questo è certo, che ora è stato ritardato fino al prossimo anno.

Vedi Offerta su amazon.it



Eppure, nonostante una serie di recenti apparizioni come Super Paper Mario su Wii e Mario & Luigi: Paper Jam Bros su 3DS, Paper Mario: Color Splash (sì, anche la mancanza di un 'u' mi fa male) è una vera delizia dall'inizio alla fine, rendendolo uno dei giochi più affascinanti a cui ho giocato tutto l'anno.

Sembra meraviglioso, per cominciare, e i suoi diorami di cartone indaffarati sembrano tutti come se fossero stati tutti piegati e incollati in posizione dalla stessa coppia di mani che ha cucito insieme l'epico filato di Kirby e Yoshi's Woolly World. Dalle onde di lustrini e paillettes ai deliziosi cespugli di standee, è un mondo che ti fa sorridere ad ogni angolo - o lo sarebbe, se quel fastidioso Bowser e i suoi Shy Guys che succhiavano la paglia non l'avessero drenato di tutto il suo colore.

Vedi Offerta su amazon.it

Vedi, ecco dove arriva il titolo 'Color Splash', in quanto tocca a Mario Mario e al suo senziente amico di pittura Huey fare il giro dell'isola di Prism e riportare questo triste, monocromatico spettacolo horror alla sua gloria precedente - un tipo di rovescio Super Mario Sunshine, se vuoi. In primo luogo, tuttavia, devono rintracciare sei Big Paint Stars mancanti, che hanno lasciato una scia di mini Paint Stars in tutta l'isola, conducendoti macchia per macchia al tuo prossimo obiettivo.

È chiaro il Splatoon la squadra ha avuto una mano nella realizzazione del fidato martello di Mario, dato che la vernice brillante e glutinosa che sputa sembra quasi identica alla boscaglia d'inchiostro che ci siamo lanciati l'un l'altro l'anno scorso. Non è una cosa negativa, ovviamente, in particolare quando la fisica della vernice di Splatoon è la migliore della classe. Tuttavia, non può fare a meno di sembrare un po 'incongruo quando tutto il resto - tutto il liquido incluso - è fatto da strati di cartone sovrapposti. Tuttavia, è una piccola lamentela nel grande schema delle cose, in particolare quando la sceneggiatura arguta e l'eccellente colonna sonora di accompagnamento ti faranno ridere e battere i piedi in egual misura.



Nintendo ha sicuramente sfruttato al massimo anche il suo tema papercraft. Parti di scenari possono cadere per rivelare nuovi percorsi e tesori, e puoi letteralmente piegare e piegare il mondo alla tua volontà per creare nuovi percorsi. Non è sempre ovvio quando è necessario farlo, è vero, ma a condizione che ti trovi nel posto giusto, un rapido tocco di X ti permetterà di utilizzare le forbici magiche di Huey sul touchscreen del GamePad.

Questi possono essere tagliati nell'ambiente per creare una sorta di ponte 2D tra una parte dell'ambiente e un'altra, permettendoti di attraversare gocce cavernose e bypassare enormi galassie manipolando le linee e le forme del mondo che ti circonda. A volte è molto sottile, a volte provoca una raffica di pressioni di pulsanti mentre si fatica ad allineare lo scenario, ma non si può negare che sia un design estremamente sleale di livello. È un peccato che l'effettivo collegamento di questi due mondi non implichi nulla di più impegnativo del camminare da un lato all'altro, poiché un po 'di platform in più, ad esempio, avrebbe fatto molto per rendere questi momenti più gratificante.

Più problematico è il sistema di battaglia di Color Splash. A prima vista, è perfettamente sano. Basandosi sulle carte di battaglia di Paper Jam Bros, ogni combattimento viene condotto come un elaborato gioco di carte. Il tuo mazzo di attacchi una tantum è disposto sul Wii U GamePad e puoi sceglierne uno o più da giocare per turno. Colorali e aumenteranno di potenza, ma questo esaurirà anche le tue riserve di vernice, quindi dovrai gestire queste due meccaniche di conseguenza per assicurarti di non rimanere senza. Combinalo con il classico sistema di attacco basato sul tempismo di Paper Mario, che premia la pressione accurata dei pulsanti con attacchi ancora più potenti, e tutto si fonde insieme per creare un sistema di combattimento altamente coinvolgente che non potrebbe adattarsi meglio al controller della Wii U.

Il problema è che alla fine non ha senso, dato che le tue uniche ricompense sono più macchie di vernice (di cui non avresti bisogno se non avessi combattuto in primo luogo) e piccoli booster a martello di carta che espandono gradualmente il quantità di vernice che puoi trasportare. Questi ultimi sono, certamente, utili e rendono il riempimento degli spazi vuoti nell'ambiente meno impegnativo. Tuttavia, quando non ci sono punti EXP e nessun aggiornamento delle statistiche di cui preoccuparsi - diamine, non c'è nemmeno un valore numerico attaccato ai tuoi attacchi - le battaglie iniziano a mancare di senso.

Color Splash ha anche una cattiva abitudine di lanciarti in battaglie con i boss senza la 'cosa' necessaria per sconfiggerli, costringendoti a battere in una ritirata frettolosa o subire un umiliante riavvio se vieni sorpreso. Le 'cose' sono oggetti 3D di cui dovrai 'risuonare' in forma di carta in modo da poterle schierare in battaglia come potenti attacchi di evocazione, ma rintracciarli è più facile dirlo che farlo.

Il primo boss, Morton, ad esempio, ha bisogno di un estintore per spegnere la sua micidiale mazza ardente, altrimenti si ottiene un gioco istantaneo se ti colpisce per primo. Sì, puoi andare a trovare il rospo residente specializzato in 'cose' a Port Prisma prima di ogni battaglia, ma quando non ti viene richiesto di farlo o hai già una buona pila di 'cose' al tuo nome, non è sempre ovvio che ti stai perdendo qualcosa.

Lo stesso si può dire della progressione di livello in generale, che finisce per diventare piuttosto frammentaria nelle fasi successive del gioco. Proprio quando pensi che la mappa si stia aprendo, si scopre che la maggior parte dei livelli successivi ha enormi blocchi stradali che non puoi superare, costringendoti a ripercorrere i tuoi passi o incanalare la tua indagine su un percorso molto più stretto di quanto pensassi. Questo andrebbe bene se avessi una piccola guida, ma spesso ti lasci a tentoni su dove dovresti andare dopo.

Alla fine, però, Paper Mario: Color Splash dipinge un caloroso addio per la Wii U, e il suo cast affascinante e accattivante sicuramente farà molto per compensare alcuni dei suoi momenti più confusi. Nonostante tutti i suoi difetti, è il gioco di ruolo perfetto con cui accomodarsi mentre ci sistemiamo in questo lungo periodo vuoto nel calendario di Nintendo, e almeno i suoi eccellenti controlli touchscreen danno al GamePad un ultimo hurrah prima del NX, la prossima console di Nintendo, arriva l'anno prossimo. Potrebbe non essere Zelda, ma Paper Mario: Color Splash è sicuramente la cosa migliore per ravvivare la tua collezione Wii U.

Vedi Offerta su amazon.it
Lingue
Spanish Bulgarian Greek Danish Italian Catalan Korean Latvian Lithuanian Deutsch Dutch Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Turkish French Hindi Croatian Czech Swedish Japanese